I concerti

[ Foto: Marco Yais ] Domenica 28 settembre 2014 • Oratorio del Caravita • Via del Caravita 7A, Roma • ore 21:00 • ingresso libero

…il titano…

“Più di 300 persone nella serata d’apertura del festival all’Oratorio del Caravita, con il concerto Das wunderhorn – Il corno magico – che propone, con l’occasione del centenario della nascita di Constantin Silvestri, un parallelo tra le influenze popolari transilvane della musica del compositore e direttore d’orchestra rumeno: nella suite “Danze popolari rumene dalla Transilvania”, fino a quelle austriache della Quarta Sinfonia in Sol Maggiore di Gustav Mahler.”
(Raisa Ambros - PiùCulture)

Queste sono le parole scritte dopo il concerto dedicato a Mahler e a Silvestri del Festival Altrerisonanze dell'anno scorso. Dopo la trascrizione per ensemble da camera della Quarta Sinfonia di Gustav Mahler, viene ora proposta in prima esecuzione assoluta e a 120 anni da quando gli venne attribuito il titolo de "Il Titano - poema sinfonico in forma di sinfonia", la versione "tascabile" della Prima Sinfonia in Re Maggiore di Gustav Mahler sempre nella realizzazione di Andrea Riderelli. Ricchissima di colori, suggestioni e passione, il lavoro restituisce il carattere "naturalistico" tipico della prima fase sinfonico-liederistica della creazione del compositore austriaco. Alla sinfonia mahleriana le si accosta la trascrizione - sempre per lo stesso organico da camera a "parti reali" curata da Andrea Riderelli e presentata in prima esecuzione assoluta - di alcune danze di Theodor Rogalski, compositore, direttore d'orchestra e pianista rumeno che rappresenta un nome di riferimento per l'evoluzione della cultura musicale rumena della prima metà del XX secolo di cui si celebrano quest'anno i 60 anni dalla sua scomparsa. L'ensemble altrerisonanze propone due danze in tipico spirito popolare rumeno tratte dal trittico "Trei Dansuri Româneşti" (Tre Danze Rumene): "Joc din Ardeal" e "Hora din Muntenia".

  • Theodor Rogalski"Due Danze Rumene"  (orchestrazione Andrea Riderelli, 2014 • prima esecuzione assoluta)
    • 1. Joc din Ardeal
    • 3. Hora din Muntenia
  • Gustav MahlerSinfonia I in Re Maggiore per ensemble da camera  (orchestrazione Andrea Riderelli, 2014 • prima esecuzione assoluta)
    • 1. Langsam. Schleppend. Immer sehr gemächlich.
    • 2. Kräftig bewegt.
    • 3. Feierlich und gemessen, ohne zu schleppen.
    • 4. Stürmisch bewegt.

ensemble altrerisonanze
Mauro Lopes Ferreira • violino I
David Simonacci • violino II
Alessandro Santucci • viola
Luca Peverini • violoncello
Igor Barbaro • contrabbasso
Pierluigi Tabachin • ottavino e flauto
Stefania Mercuri • oboe e corno inglese
Pietro Cingolani • clarinetti
Fabio Morbidelli • fagotto
Andrea Di Mario • tromba
Diego Di Mario • trombone
Rino Pecorelli • corno
Elisabetta Di Filippo, Rocco Luigi Bitondo • percussioni
Álvaro Lopes Ferreira • pianoforte

Andrea Riderelli • direttore

Mercoledì 1 ottobre 2014 • Accademia di Romania • Sala Esposizioni • Viale delle Belle Arti 110, Roma • ore 20:00 • ingresso libero

…solo per il cembalo…

“A suscitare momenti di pura spiritualità è stato uno strumento speciale splendidamente suonato da una musicista che riteniamo di raro talento.”
(Federico Carabetta - Abitare a Roma)
"Nei due concerti per clavicembalo, Cipriana Smarandescu ha incantato il pubblico con la raffinatezza degli abbellimenti, con cadenze e improvvisazioni, tutte realizzate a un altissimo livello tecnico."
(Cleopatra David - Actualitatea Muzicala)

Dopo la celebrazione, lo scorso anno sempre presso l'Accademia di Romania, del 20º anniversario dall'istituzione della classe di clavicembalo dell'Università Nazionale di Musica di Bucarest tramite un recital di clavicembalo a quattro mani, il concerto di quest'anno desidera presentare in anteprima un'altra pagina riguardante la scuola di clavicembalo di provenienza rumena: la realizzazione del secondo Compact Disc solistico della clavicembalista Cipriana Smarandescu. Il programma del recital proposto - e implicitamente della registrazione - porta avanti l'idea del primo CD della solista ("Invenzioni, Sinfonie e Sei Piccoli Preludi di J.S. Bach"), includendo sia lavori di Johann Sebastian Bach, come pure quelli dei suoi figli e dei suoi discepoli raggruppati dell'Album per Anna Maddalena Bach e la Suite in Sol Maggiore di Christian Petzold.

  • Johann Sebastian Bach • Album per Anna Maddalena Bach
  • Christian Petzold • Suite per clavicembalo in Sol maggiore

Cipriana Smarandescu • clavicembalo

Mercoledì 4 ottobre 2014 • Accademia di Romania • Sala Conferenze • P.za José de San Martin 1, Roma • ore 20:00 • ingresso libero

…viaggi musicali…

"Il concerto Viaggi musicali, dedicato al barocco europeo, con un “concerto di concerti” dove si alternano il flauto traverso, violino o clavicembalo insieme agli archi, ha riempito la Sala Concerti dell’Accademia di Romania nella serata di mercoledì, 6 novembre. Poco prima dell’inizio, per gli spettatori in piedi sono state portate delle sedie e così la sala è diventata quasi doppio. Il pubblico appassionato di musica classica, di qualità, era composto in gran parte dagli italiani che non potevano mancare una performance di alto livello. Il concerto ha culminato con il celebre Quinto Concerto Brandeburghese di Johann Sebastian Bach, sostenuto da Pierluigi Tabachin al flauto traversiere, Mauro Lopes Ferreira al violino barocco e Cipriana Smarandescu al clavicembalo insieme all’ensemble Aliusmodum.”
(Raisa Ambros - PiùCulture)

Così si è scritto nel 2013, nello scorso festival grazie a un programma estremamente attraente che ha riempito completamente la sala dell'Accademia di Romania, illuminato dall'interpretazione di solisti di gran classe. Un "concerti di concerti" strumentali barocchi che diviene dunque la proposta per la chiusura del festival di quest'anno. Questa volta, vengono proposti concerti strumentali per clavicembalo con Cipriana Smarandescu, violino con Mauro Lopes Ferreira o flauto traversiere con Pierluigi Tabachin e ensemble di archi del periodo barocco, firmati da Giuseppe Sammartini, Michel Blavet e Johann Sebastian Bach, insieme a una suite di Georg Philipp Telemann. I protagonisti saranno i membri dell'ensemble aliusmodum, gruppo che proprio quest'anno compie i suoi primi 10 anni di attività. Dal 2004, infatti, l'ensemble aliusmodum svolge un'intensa attività concertistica che si è concretizzata prima di tutto attraverso le stagioni di concerti sostenute a Roma, organizzate con la collaborazione dell'Accademia di Romania, ma anche con le presenze nei prestigiosi cartelloni dell'Oratorio del Gonfalone, RAI Radio3 o altre stagioni e festival dedicati alla musica antica a Roma, Bevagna, Orte, Gallese, Anguillara etc. I membri e i solisti dell'ensemble aliusmodum hanno collaborato nel corso degli anni con musicisti e gruppi di levatura internazionale del calibro di Jordì Savall, Rinaldo Alessandrini e Concerto Italiano, Café Zimmermann, suonando su strumenti originali o loro copie filologiche più fedeli allo spirito e alle tecniche di costruzione dell'epoca barocca, fatto questo che vuole restituire anche un'importante parte del suono e della magia dell'epoca barocca.

  • Giuseppe Sammartini • Concerto per clavicembalo, 2 violini e basso in La Maggiore
    Andante spiritoso - Allegro assai - Andante - Allegro assai
  • Michel Blavet • Concerto per flauto traversiere, 2 violini e basso in la minore
    Allegro - Gavotte - Allegro
  • Johann Sebastian Bach • Concerto per violino e archi in sol minore, BWV 1056
    I. [...] - II. Largo - III. Presto
  • Georg Philipp Telemann • Ouverture-Suite in Do maggiore "La Bouffone", TWV 55:C5
    Ouverture - Loure - Rigaudon - Menuet I - Menuet II - Entrée - Pastourelle

Cipriana Smarandescu • clavicembalo
Mauro Lopes Ferreira • violino barocco
Pierluigi Tabachin • flauto traversiere

ensemble aliusmodum
David Simonacci • violino
Alberto Caponi • violino
Gianfranco Russo • viola
Diego Roncalli • violoncello
Carla Tutino • contrabbasso