“Si è conclusa con grande successo la seconda edizione del Festival Altrerisonanze 2013 – dall'antico al moderno, che si è svolta tra il 3 e 10 novembre, organizzata dall’Accademia di Romania e l’Associazione Aliusmodum. Successo e notorietà annunciati già dalla prima edizione, nel 2011; invece nel 2013 la collaborazione tra vari enti ha fortificato un festival internazionale che rappresenta le tradizioni musicali dal barocco fino agli inizi del XX secolo dell’Italia, Francia, Germania, Austria, Spagna e Romania.”
(Raisa Ambros - PiùCulture)

Sull'onda del successo delle prime due edizioni, fatto riconosciuto anche dalla stampa, il Festival Internazionale "altrerisonanze - dall'antico al moderno" propone anche nel 2014 un viaggio tra la tradizione musicale di diverse culture europee, partendo dall'epoca barocca per giungere fino all'inizio del XX secolo. Questo percorso verrà realizzato grazie ad artisti di valore provenienti principalmente dalla Romania e dall'Italia. Avendo anche quest'anno a disposizione la collaborazione di musicisti di primo rango, accanto ad altre associazioni musicali italiane (Incontri Mediterranei di Orte, Continuo Records, Musicarte La Bottega), il festival include tre concerti differenti in tematica e organico, ma sempre sulla scia ideale delle edizioni precedenti, spaziando dalla musica antica fino a giungere ai giorni d'oggi.

L'Accademia di Romania in Roma e l'Associazione Aliusmodum organizzano, dopo il successo delle prime due edizioni, la terza edizione del Festival Internazionale "altrerisonanze - dall'antico al moderno", un evento di respiro internazionale che si svolgerà tra il 28 settembre e il 4 ottobre 2014 a Roma. Il Festival - organizzato con il sostegno dell'Istituto Culturale Rumeno di Bucarest - si aprirà domenica 28 settembre nella bella sala da concerto romana, l'Oratorio del Caravita, con il concerto  …il titano… dell'ensemble altrerisonanze diretto da Andrea Riderelli.

Il secondo concerto …solo per il cembalo…, mercoledì 1 ottobre presso la Sala Esposizioni dell'Accademia di Romania, sarà dedicata a J.S. Bach e ai suoi figli e discepoli proponendo pagine dell'Album per Anna Maddalena Bach e la Suite in Sol Maggiore di Christian Petzold. Al clavicembalo Cipriana Smarandescu.

Il terzo concerto …viaggi musicali… si svolgerà sabato 4 ottobre nella Sala Conferenze sempre dell'Accademia di Romania e sarà dedicato a un "concerti di concerti" strumentali barocchi, dove flauto traverso, violino o clavicembalo insieme agli archi si alterneranno di fronte al pubblico, proponendo musiche di Sammartini, Bach, Blavet e Telemann. I protagonisti di questo evento saranno Cipriana Smarandescu al clavicembalo, Mauro Lopes Ferreira al violino barocco e Pierluigi Tabachin al traversiere, insieme all'ensemble aliusmodum.

28 settembre 2014
Oratorio del Caravita
Via del Caravita 7A, Roma
Traversa di Via del Corso
ore 21:00

…il titano…

Dopo la trascrizione per ensemble da camera della Quarta Sinfonia di Gustav Mahler lo scorso anno, viene ora proposta in prima esecuzione assoluta e a 120 anni da quando gli venne attribuito il titolo de "Il Titano - poema sinfonico in forma di sinfonia", la versione "tascabile" della Prima Sinfonia dello stesso autore sempre nella realizzazione di Andrea Riderelli. Ricchissima di colori, suggestioni e passione, il lavoro restituisce il carattere "naturalistico" tipico della prima fase sinfonico-liederistica della creazione del compositore austriaco.

1 ottobre 2014
Accademia di Romania
Viale delle Belle Arti 110, Roma
Sala Esposizioni
ore 20:00

…solo per il cembalo…

Dopo la celebrazione, lo scorso anno sempre presso l'Accademia di Romania, del 20º anniversario dall'istituzione della classe di clavicembalo dell'Università Nazionale di Musica di Bucarest tramite un recital di clavicembalo a quattro mani, il concerto di quest'anno desidera presentare in anteprima un'altra pagina riguardante la scuola di clavicembalo di provenienza rumena: la realizzazione del secondo Compact Disc solistico della clavicembalista Cipriana Smarandescu. Il programma del recital proposto - e implicitamente della registrazione - porta avanti l'idea del primo CD della solista ("Invenzioni, Sinfonie e Sei Piccoli Preludi di J.S. Bach"), includendo sia lavori di Johann Sebastian Bach, come pure quelli dei suoi figli e dei suoi discepoli raggruppati dell'Album per Anna Maddalena Bach e la Suite in Sol Maggiore di Christian Petzold.

4 ottobre 2014
Accademia di Romania
P.za José de San Martin 1, Roma
Sala Conferenze
ore 20:00

…viaggi musicali…

Un "concerti di concerti" strumentali barocchi è la proposta per la chiusura del festival di questo anno anche grazie al fatto che lo scorso anno il concerto dell'ensemble barocco aliusmodum ha riempito completamente la sala dell'Accademia di Romania. Per l'edizione 2014 del festival, vengono proposti concerti strumentali per clavicembalo, violino o flauto traversiere e ensemble di archi del periodo barocco, firmati da Giuseppe Sammartini, Michel Blavet e Johann Sebastian Bach, insieme a una suite di Telemann. Solisti della serata: Cipriana Smarandescu al clavicembalo, Mauro Lopes Ferreira al violino barocco e Pierluigi Tabachin al flauto traversiere, insieme all’ensemble aliusmodum